La Santissima Trinità 
Ampliamento del complesso
della Parrocchia

Piacenza. 

Un’importante realizzazione dell’architetto Ponzini è consistita nella costruzione di un edificio di circa 5000 mq contraddistinto da una tipologia completamente nuova, che si sviluppa su due affacci. La permeabilità dell’architettura è garantita da quest’opera di pregio che si pone come elemento ordinatore del luogo, caratterizzato da case costruite all’epoca  del governo Fanfani che costituiscono un quartiere INA CASA. Ponzini pertanto ha inserito un edificio di notevole forza architettonica, scandito da ritmi fissi e rigidi che ben si affiancano alla monumentalità della grande chiesa della SS. Trinità, opera degli anni cinquanta dell’architetto Mario Bacciocchi, sui progetti del quale Ponzini ha lavorato nel corso degli anni (Università Cattolica, Banca di Piacenza, chiesa della SS. Trinità).
La zona in cui è stato deciso l’intervento era caratterizzata dalla presenza di immobili di servizio in cattivo stato di conservazione e parzialmente inutilizzabili, perciò l’ampliamento progettato dallo Studio Ponzini ha portato alla demolizione di costruzioni degradate su via Nasalli Rocca e di altri piccoli fabbricati posti all’interno del lotto, favorendo la creazione di nuovi edifici in abbinamento al tempio. Il complesso architettonico in cui si pone l’ampliamento è costituito dunque dal tempio della SS. Trinità,sotto il cui transetto è allestita la sala cinematografica President, mentre una vasta cripta è situata sotto la grande navata, ristrutturata nel 1990. Due anni dopo l’architetto Ponzini ha inoltre completato la casa parrocchiale e la scuola materna.Le terrazze diventano luoghi di disimpegno e di rapidi spostamenti, tante sono le funzioni qui raccolte,dal catecumenium al salone di intrattenimento con capienza di 240 persone, con annessi depositi, servizi, aule per attività parrocchiali, fino a un campetto di calcio a cinque. Inoltre, all’interno del progetto, viene anche sviluppata sulla copertura una superficie destinata ad attività sportive all’aperto pari a circa1000 mq.
Dal punto di vista funzionale, al piano interrato si trovano gli spazi di servizio del gruppo scoutistico e un grande salone, mentre al piano terra la copertura dell’ambiente, all’estradosso, fa da base per una sistemazione degli esterni. Di particolare interesse è l’anfiteatro gradonato, coperto a sua volta da un corpo aggettante che al primo e al secondo piano ospita altri saloni, mentre il corpo lineare si compone di una serie di aule minori. Esternamente il complesso presenta un corpo aggettante che caratterizza e articola la facciata distribuendo anche visivamente le funzioni.
La struttura è stata progettata in calcestruzzo armato con tamponamenti e impianti basati su nuovi criteri di bioarchitettura; tutti gli spazi sono conformi e adeguati ai requisiti richiesti dalle normative vigenti in materia di superamento delle barriere architettoniche, in particolare per quanto riguarda l’accessibilità e la visitabilità. Nel contempo sulla copertura della chiesa è stato installato un grande impianto fotovoltaico, con lo scopo di garantirne l’equilibrio energetico. Il tutto è realizzato all’insegna della locuzione “less is more”, ovvero ricercando la massima funzionalità con budget e costi contenuti.

_DSC4224.jpg
_DSC4214.jpg
_DSC4220.jpg
UMB_7529.jpg
UMB_7586.jpg
_DSC3134.jpg
_DSC4167.jpg
_DSC3144.jpg
_DSC4173.jpg
_DSC4206.jpg
_DSC4172.jpg
_DSC4183.jpg
_DSC4204.jpg
_DSC4175.jpg
terra.jpg
Show More
  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle