Ex bocciodromo

Bettola

Si tratta di un progetto dell’architetto Ponzini inteso al recupero dell’edificio di un ex bocciodromo, tramite la sua riconversione in centro polifunzionale, così da divenire il punto focale del complesso sportivo di Bettola, finalizzato a ospitare manifestazioni culturali, rappresentazioni, conferenze, mostre o più semplicemente diventare luogo di ristoro e aggregazione sociale, con una capienza di circa duecento persone. Il fabbricato presenta una pianta rettangolare di 18,50 m di larghezza per 30,45 di lunghezza e si sviluppa su una superficie di 563 mq. Nel progetto si è voluto il mantenimento della struttura esistente e la realizzazione, sul prospetto principale, di una doppia parete in blocchi di cemento faccia a vista colorato con funzioni di facciata di rappresentanza, e con un setto murario in mattoni faccia a vista posto ortogonalmente. Le ampie aperture vetrate permettono un rapporto diretto con il portico esterno. Allo spazio interno si accede da una zona di ingresso con reception, che dà accesso alla sala principale, a sua volta servita da una zona ristoro; per mezzo di pannelli mobili sarà possibile suddividerla all’occorrenza. L’area palco, soprelevata di 70 cm rispetto all quota della sala, è accessibile dalla sala stessa attraverso due scale disposte simmetricamente alle estremità. Dal palco si avrà accesso agli spogliatoi. A est del bocciodromo si estende un terreno di 1950 mq sviluppato in pendenza, che è stato trasformato in un giardino attrezzato tramite terrazzamenti in cui sono stati ricavati dei percorsi pedonali in ghiaietto lavato incorniciati dal verde, luoghi di sosta con panchine e un’area gioco bimbi. Il giardino termina sul piazzale di un’area pavimentata di 600 mq. La piazza è parzialmente coperta con una tettoia e serve da estensione all’aperto per le attività del centro polifunzionale. Questa struttura si sviluppa su tre piani sagomati a livelli diversi ed è realizzata con colonne rastremate in cemento armato e copertura lignea. La forma organica della tettoia funge da connessione tra l’edificio e il giardino; quest’ultimo verrà completato da una pavimentazione in mattoni che rimandano ad alcuni elementi della facciata dell’edificio. Il progetto del bocciodromo si inserisce nel contesto del potenziamento dei collegamenti tra il paese e l’area sportiva per mezzo di una serie di interventi che ne facciano un sistema integrato dedicato al tempo libero, allo sport e alla cultura. Tramite la ridefinizione dei percorsi e delle aree verdi lungo il fiume, si è voluto ricucire quella che era la separazione tra le due borgate di San Bernardino e San Giovanni. La piazza Perestrello, che si configura come porta cittadina, verrà riqualificata con un nuovo disegno dei percorsi e delle aree di sosta, delle pavimentazioni, dell’illuminazione e dell’arredo urbano. Si prevede inoltre anche la sistemazione del piazzale prospiciente il Consorzio Agrario. Al di là della piazza si estende l’area sportiva, attualmente composta da una zona destinata al gioco bimbi, tre campi da tennis e un campo da calcio dotato di spogliatoi. Altro elemento importante della nuova viabilità è la costruzione di un ponte pedonale a struttura lignea che permetterà l’accesso diretto all’area sportiva da San Giovanni, avvicinando così tutta la zona dell’intervento al centro cittadino. Il ponte si svilupperà per una lunghezza di circa 600 m, collegando la piazza del centro sportivo a un’area che verrà attrezzata a verde pubblico.

_DSC4055.jpg
_DSC4046.jpg
_DSC4041.jpg
_DSC4075.jpg
_DSC4063.jpg
_DSC4092.jpg
_DSC4083.jpg
_DSC4090.jpg
_DSC4087.jpg
Bettola_prospetto2.jpg
Show More
  • Facebook - Grey Circle
  • Twitter - Grey Circle
  • YouTube - Grey Circle
  • Instagram - Grey Circle