Appartamento in Via Chiapponi

Piacenza

Nel monumentale palazzo che fu dei conti Chiapponi una delle famiglie dell’antico patriziato piacentino  la cui costruzione ha avuto inizio nel clima aristocratico dei primi del Settecento, Carlo Ponzini è intervenuto in un appartamento al primo piano con un’opera di restauro propositivo. L’intento è stato di riportare alla luce la storia, eliminando le tracce di interventi di ristrutturazione non adeguati che avevano coperto affreschi e pavimentazioni, e proponendo un progetto di interni basato sulla qualità del disegno, del dettaglio e dei materiali. Nel progetto per questo immobile, l’architetto Ponzini si confronta con la riorganizzazione degli spazi di un classico appartamento ricavando una netta separazione tra le zone giorno e notte, e facendo ruotare il tutto intorno a una zona filtro che diventa accesso principale e studio privato. Dall’ingresso ci si trova in uno spazio distributivo che si caratterizza per la presenza degli elementi di arredo e delle porte scorrevoli. Lo spazio viene suddiviso creando uno studio privato e una zona di distribuzione che introduce alla zona notte; mentre dalla parte opposta si accede alla zona giorno composta da un’ampia sala pranzo, dal soggiorno, dalla cucina e da un bagno di servizio. La cura del progetto risulta evidente nel disegno delle pavimentazioni in marmo, che riprende il tono esistente dei pavimenti in marmo bianco di Carrara, impreziositi da elementi a disegno in beole verdi, rosa perlino, rosso Verona e Botticino. In soggiorno il disegno della pavimentazione è stato ripreso nella finitura del camino. Il rivestimento dei bagni proseguel’idea di utilizzo dei colori e dei materiali esistenti, nei toni del marmo bianco di Carrara e rossodi Verona.

_DSC3073.jpg
press to zoom
_DSC3050.jpg
press to zoom
_DSC3060.jpg
press to zoom
_DSC3031.jpg
press to zoom
_DSC3028.jpg
press to zoom
1/1